Un editoriale del Centro territoriale Mammut di Napoli

Una utile riflessione sulle prospettive dell’impegno sociale del gruppo Mammut di fronte al deterioramento del quadro politico e sociale in cui opera ed al problema del radicamento nel territorio in una prospettiva eticamente sostenibile.

Continue Reading →

Arrevuoto

Arrevuoto è un progetto di teatro e pedagogia che opera tra le periferie ed il centro di Napoli.
Il nostro slogan è “Only connect” in quanto il metodo è quello di unire giovani di diverse parti sociali e cittadine nella costruzione di uno spettacolo esplosivo, 
arrevutante, senza peli sulla lingua, che parli alla città con l’energia della spontaneità critica.
La sua origine è nel metodo della 
nonscuola del Teatro delle Albe di Ravenna riadattato al contesto napoletano.
Arrevuoto è un progetto nato nel 2005 per volontà del Teatro Stabile di Napoli. Le prime tre edizioni sono state per la regia di Marco Martinelli, mentre dalla quarta in poi la direzione teatrale è collettiva.

Arrevuoto dal 2012 si è costituito come “Associazione di teatro e pedagogia“ ed opera in collaborazione con il Teatro Stabile di Napoli. 

Continue Reading →

la nonscuola del Teatro delle albe

la nonscuola del Teatro delle albe

“La non-scuola non si chiamava così, ma esisteva già dal ’91, quando alle Albe venne assegnata la direzione del Rasi. Marco e Maurizio Lupinelli cominciarono a tenere dei laboratori teatrali nei licei. All’inizio vi parteciparono solo quaranta studenti, che poi per contagio, anno dopo anno, divennero dieci volte tanti, coinvolgendo tutte le scuole della città.

Continue Reading →

Una intervista al direttore della Academy for Free school teaching di Danimarca

Ole Pederson è direttore dell’Independent Academy for Free School Teaching in Danimarca, una scuola che prepara i futuri insegnanti delle Free schools danesi che sono molto differenti da quelle così chiamate in Inghilterra, in quanto si basano sulla pedagogia di Grundtvig e Kold.

Qui una sintesi del suo intervento al EFFE Simposium di Edimburgo e della sua intervista che qui riportiamo.

Continue Reading →

Sands School: una scuola democratica tra le più significative del Regno Unito

Whole School Photo

 Welcome to Sands School

Our school is so different from the mainstream that it is hard know where to start!

It looks different – there is no uniform or even a dress-code for students.

It sounds different – there are no clanging bells or unnatural quietness.

But mainly it feels different – there is no “us and them” division between staff and students

Continue Reading →

Intervista a Cesare Moreno e Santa Parrello. da UNA CITTÀ n. 221 / 2015 aprile

 

LA FRAGILITA’ COMUNE
Il complesso rapporto degli operatori di Maestri di strada, che operano nelle scuole “difficili”, con insegnanti e dirigenti, in un’istituzione dove il burnout fa indossare a tutti una corazza; la crisi del ruolo dell’insegnante, che risente di quella dei modelli adulti, e la figura del “fratello maggiore” che risponde al bisogno dei ragazzi di relazioni orizzontali; una scuola dove si fatica a lavorare in équipe, e si abusa delle categorie: Bes, Dsa… Intervista a Cesare Moreno e Santa Parrello.

Continue Reading →

IL CENTRO EDUCATIVO ITALO-SVIZZERO di Rimini

Il C.E.I.S., Centro Educativo Italo Svizzero, di Rimini è un villaggio educativo per bambini dai 3 ai 14 anni, nato il 1° maggio 1946 a Rimini a seguito dell’azione di solidarietà internazionale del Soccorso Operaio Svizzero.Da quel primo atto di solidarietà ha saputo, sotto la guida di Margherita Zoebeli, costituirsi come una delle esperienze educative più importanti del nostro paese attraverso una storia davvero interessante.

 

Sorge nel cuore della città, la sua attuale struttura operativa è costituita da una sezione primavera, una scuola dell’infanzia, una scuola elementare, un gruppo educativo per adolescenti, un centro stampa per giovani adulti in difficoltà, un centro di documentazione educativa, un centro di attività educative extrascolastiche, un centro per la cooperazione educativa internazionale, un Parco Pedagogico per l’Educazione Attiva.

 

Costituisce uno dei pochi esempi, nel nostro paese, di scuola privata laica, dove si fa integrazione scolastica dei bambini in situazione di handicap anche grave e che, a partire da questi, promuove una esperienza di scuola di qualità per tutti e per ciascuno alla luce dei principi di libertà, solidarietà e cooperazione.

 

La qualità del suo lavoro è testimoniata da un’ampia documentazione, fatta di libri, articoli su riviste specializzate e quotidiani, servizi televisivi.

 La storia del Ceis

Presentazione libro e attività Centro Mammut Scampia – PRIMA PARTE

Videoregistrazione (sintesi) degli interventi di presentazione del libro “Come far passare un mammut attraverso la porta (senza tirarla giù)” con immagini dell’attività. Febbraio 2015.  PRIMA PARTE
a cura di Andrea Sola

qui per vedere la seconda parte 

 

Per ascoltare l’audio registrazione completa (2,30 ore) clicca qui

Maestri di strada per la “scuola di tutti”, di Danilo Casertano

Maestri di strada per la “scuola di tutti”. Diario di bordo, leviamo le ancore…

GRARDA LA VIDEOINTERVISTA

Scritto il 16 settembre 2014 da 

Danilo Casertano è un educatore che insieme ad altri maestri ha avviato un progetto educativo basato sulla “pedagogia dei talenti” nella Scuola Media Renato Guttuso di Ostia, uno dei quartieri più disastrati di Roma e dintorni in cui i tassi di abbandono scolastico sono altissimi e i bambini che crescono in “famiglie difficili” molto più frequenti che altrove. Danilo si definisce un “maestro di strada”: per le vie di Ostia raccoglie le storie dei ragazzi con difficoltà di apprendimento, comportamentali e in abbandono scolastico. In questo articolo, e negli altri che seguiranno, il racconto di questa esperienza.

LEGGI TUTTO

LA MAPPA DELLA SCUOLA CHE CAMBIA, una iniziativa di Terranuova in collaborazione con diverse realtà territoriali e nazionali impegnate nell’ambito della sperimentazione educativa

(link alla pagina del sito di Terranuova)

Una mappatura delle esperienze di scuola nuova, differente, “altra”, fresca, aperta, “che respira”, appunto: la scuola che cambia. È l’idea che Terra Nuova, rivista che propone stili di vita sostenibili, lancia, promuove e porta avanti insieme a un tavolo tecnico composto da realtà rappresentative della scuola che hanno scelto di mettere il bambino al centro. Potete anche scaricare il questionario in Pdf in allegato.

Continue Reading →

Scuola-città Pestalozzi, Firenze

 guarda il video

VAI AL SITO 

Scuola-Città Pestalozzi accoglie alunni dai 6 ai 14 anni. La Scuola nasce nel 1945 come scuola di Differenziazione Didattica, nome dato a quel tempo alle scuole sperimentali a tempo pieno (otto ore inclusa la mensa).

Continue Reading →

il movimento delle “Scuole senza zaino”

 

Togliere lo zaino è  un gesto reale, infatti  gli studenti delle scuole sono dotati di una cartellina leggera per i compiti a casa, mentre le aule e i vari ambienti vengono arredati con mobilio funzionale e dotati di una grande varietà di strumenti didattici sia tattili che digitali.  Ma togliere lo zaino ha anche un significato simbolico in quanto vengono realizzate  pratiche e  metodologie innovative in relazione a tre valori a cui ci si ispira:  la responsabilità, la comunità e l’ospitalità.

Leggi tutto

VISITA IL SITO

LUDUS: una mappa delle scuole alternative spagnole

LUDUS: una mappa delle scuole alternative spagnole

 

¿Qué es Ludus?

Ludus es un directorio de educación alternativa en España. Hemos optado por incluir cualquier proyecto que suponga una alternativa a la pedagogía oficial, por lo que se muestran opciones muy diversas: escuelas libres, escuelas bosque, escuelas Waldorf, asociaciones dedicadas al estudio y divulgación, colegios públicos que en parte o totalmente están adoptando alguna de estás pedagogías, etc. Y para los más peques, grupos de crianza y madres de día.

Aquí podréis encontrar un listado de proyectos en vuestra zona; después, dependerá de vosotr@s decidir el más adecuado para vuestr@ hij@. En la web de cada proyecto podréis leer más sobre su pedagogía, ideario, horarios, etc. En cualquier caso, lo más recomendable es que vayáis a conocerles. Muchas escuelas realizan jornadas de puertas abiertas u os permitirán visitarles para ver las instalaciones y poder hablar con sus responsables.

En Ludus no conocemos directamente más que a una pequeña parte de las escuelas listadas, por lo que no podemos recomendaros unas más que otras. Por eso, insistimos en la necesidad de conocerlas de primera mano para poder elegir la más adecuada. Lo que en su web puede parecer fantástico o la maravillosa experiencia que os pueda relatar una madre no tiene por qué coincidir realmente con vuestras expectativas. Incluso entre escuelas con una misma metodología pueden darse grandes diferencias.

Palermo: Casa Officina

Intervista realizzata nel gennaio 2014 a Palermo presso la sede di Casa Officina da Andrea Sola per “CRONACHE DELL’ALTRA EDUCAZIONE”.

Che cos’è la Casa-Officina?

Continue Reading →

Un asilo autogestito a Palermo




Interviste alle promotrici dell’Associazione “Casa di tutte le genti” di Palermo che ha fondato nel 2006 un asilo autogestito per le donne di Capoverde. Attualmente l’associazione non ha ancora una sede stabile.

ILEWASI, COLLETTIVO DI PROMOZIONE DELLE INIZIATIVE SUI DRITTI DELL’INFANZIA IN SPAGNA E SUDAMERICA

ILEWASI

¿QUIENES SOMOS?

ILÊWASI somos un gran equipo formado por profesionales y universitarios/as de diferentes lugares del mundo que creen en los Derechos Humanos, fundamentalmente en los derechos de niños, niñas y adolescentes y en la riqueza que nos ofrece la Interculturalidad.
Apoyamos proyectos de Cooperación Internacional en Latinoamérica y África, así como en España, desde un enfoque de derechos (Human Rights Based Approach HRBA).
Ilê significa “casa” en Yourubá y “Wasi” significa “casa” en quechua, fusión de Latinoamérica y África.
Queremos con ello que ILÊWASI sea el hogar para los niños, niñas y adolescentes de todo el mundo:
En ILÊWASI somos conscientes de que cada día hay más personas que se mueven de un país a otro por estudios, oportunidades económicas, relaciones… pero desean seguir manteniendo su vínculo con el proyecto iniciado en ILÊWASI, por ello nace ILÊWASI X.0 que supone la posibilidad de continuar unido a IW desde una perspectiva virtual: participando en nuestras reuniones vía SKYPE, acabando proyectos compartidos por correo electrónico, estar actualizado de las novedades en las diversas redes sociales, incluso las actividades con la coparte se desarrollan en base a relaciones virtuales… cualquier herramienta es útil para continuar formando parte de IW, pues ante todo desarrollamos una ACTITUD 2.0.

Liber’Aria – una nuova scuola autogestita a Conversano (Bari) – di Porzia Poli

 

Ai bambini non bisogna insegnare bensì permettere di scoprire. Essi devono essere incoraggiati a indovinare e a usare il cervello, invece di venir esaminati sulle giuste risposte.

Paul Goodman

Continue Reading →