incontro sulla educazione del 25 aprile allo Scugnizzo Liberato, Napoli

GUARDA IL VIDEO

Le presentazioni di Andrea Sola alla iniziativa sulla educazione libertaria svoltasi il 25 e 26 aprile 2016 allo Scugnizzo Liberato, spazio occupato ed autogestito di Napoli.

un bilancio sulla Charter Schools negli Stai Uniti

articolo pubblicato su Norberto Bottani website

Il 4 giugno scorso si è celebrato il 25º anniversario della prima legge emanata negli Stati Uniti sulle Charter Schools quella dello Stato del Minnesota. Questo significa che le Charter Schools sono presenti nel paesaggio scolastico USA da 25 anni. Secondo la visione dei promotori di allora le Charter Schools avrebbero dovuto permettere la creazione di nuove scuole esentate dall’obbligo di rispettare regolamenti e prescrizioni che oberano le scuole primarie e secondarie in cambio per le scuole charter di essere responsabili dei risultati conseguiti.

Continue Reading →

Campagna: BASTA COMPITI! – rilanciamo la petizione: firmate

Chiediamo che i compiti a casa siano aboliti, nella “scuola dell’obbligo”, perché:

Continue Reading →

Gli interventi al convegno “Tutta un’altra scuola” del 13 settembre a Vaiano di Prato

Per visualizzare l’elenco di tutti gli interventi cliccare sull’icona  YOU TUBE in basso a destra della finestra del video

Uno spazio di libertà. Un mondo di mondi, di Gianluca Carmosino

“Non siamo tutti uguali, ma non siamo neanche diversi”. Maria ha vent’anni, è di orgine rom e ha le idee piuttosto chiare. Alla due giorni romana della rete “Educare alle differenze”….continua a leggere

Continue Reading →

Un editoriale del Centro territoriale Mammut di Napoli

Una utile riflessione sulle prospettive dell’impegno sociale del gruppo Mammut di fronte al deterioramento del quadro politico e sociale in cui opera ed al problema del radicamento nel territorio in una prospettiva eticamente sostenibile.

Continue Reading →

Il 13 settembre a Vaiano (Prato) festa-convegno “Tutta un’altra scuola, la festa della scuola che cambia”

 Terra Nuova, rivista che propone stili di vita sostenibili, si è fatta promotrice di una giornata di incontro con esperienze educative diverse che hanno tutte scelto di mettere il bambino al centro del loro progetto: durante la giornata saranno presentate molte realtà che, fuori o dentro l’istituzione, operano per costruire un’altro modello educativo: scuole steineriane, scuole Montessori, progetto “Senza Zaino”, Scuola-città sperimentale Pestalozzi di Firenze, scuole parentali, libertarie, homeschooling.

tutta un'altra scuola

 

Continue Reading →

Un intervento di Maria De Biase sulla riforma Renzi

“ECCO LA MIA SCUOLA BUONA”

una intervista di Antonio Menna per Retenews24

“Penso che la scuola sia il luogo con la più alta concentrazione di lavoratori restii al cambiamento.” Maria De Biase non le manda a dire. Si è autodefinita preside terra terra. Perché lei parte proprio da lì, dalla campagna.

Continue Reading →

Il caso del bambino Ahmet: un intervento di Maria Bacchi e Emma Baeri

Il caso del bambino di otto anni torchiato in Francia dalla polizia perché rifiuta di partecipare alle manifestazioni di lutto in memoria dei giornalisti di Charlie Hebdo.

Continue Reading →

Il testo della Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE

NORME GENERALI SUL SISTEMA EDUCATIVO DI ISTRUZIONE STATALE NELLA
SCUOLA DI BASE E NELLA SCUOLA SUPERIORE.

 

la proposta di legge è stata presentata da gruppo di genitori, insegnanti, studenti e cittadini che hanno elaborato la legge d’iniziativa popolare per una buona scuola per la Repubblica, che hanno raccolto le firme per proporre la legge al parlamento o semplicemente che ne hanno condiviso l’idea di scuola, i suoi principi fondanti.

“I nostri figli hanno dunque ucciso i nostri fratelli”. La lettera di quattro insegnanti francesi sui fatti di Parigi

Continue Reading →

Gli insegnanti italiani e la cultura della valutazione, di Renata Puleo

Questo intervento si articola in quattro parti, come commento ad altrettanti documenti.

Vorrei provare a svolgere, attraverso queste letture, una riflessione intorno ad una considerazione che ormai ascoltiamo quotidianamente: gli insegnanti italiani non hanno una cultura della valutazione. Lo dicono commentatori politici, economisti, funzionari del Ministero e dell’Istituto Invalsi.

Continue Reading →

Fahrescuola: tre trasmissioni che discutono il rapporto de “La buona scuola”

Fahrescuola: La buona scuola. puntata del 10/11 2014

Con

Marco Rossi Doria

Alex Corlazzoli

Benedetto Vertecchi

 

Fahrescuola: La buona scuola per la Fondazione Agnelli. puntata del 11/11/2014

Con Stefano Molina della Fondazione Agnelli

 

Fahrescuola: la buona scuola per docenti e studenti. puntata del 12/11/2014

Con Nicola Ruganti, insegnante, redattore della rivista “Gli Asini” e Alberto Airone portavoce della Rete degli studenti

 

ALCUNE MOSSE A COSTO ZERO PER FAR PARTIRE SUBITO LA BUONA SCUOLA, di Daniele Novara

Lettera aperta al Presidente del Consiglio

Caro Presidente Matteo Renzi,
aver messo in agenda, con il dovuto rilievo, la necessità di una buona scuola è un passo importante per in- vertire la tendenza governativa de- gli ultimi anni volta a mortificare, senza alcun imbarazzo, la qualità del sistema scolastico italiano.

Continue Reading →

LETTERA APERTA ALLA NOSTRA CITTÀ; gli autori sono 16 giovani italiani stranieri di Varese.

Namasté

 Progetto volto a rafforzare a livello sistemico i processi di integrazione di adolescenti di origine straniera a Varese, attraverso una strategia multilivello che coinvolge sia le famiglie immigrate sia i contesti istituzionali, agendo sul sistema scolastico, famigliare e sull’ambito aggregativo. Realizzato con il contributo del Ministero dell’Interno e del Fondo Europeo per l’Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi 2008-2013.

Continue Reading →

Intervista a Norberto Bottani sulla valutazione degli insegnanti. Una città n.215

BRAVI O NO, COMPETENTI O NO, FORMATI O NO…

Un tema, quello della valutazione degli insegnanti, affrontato con cautela in tutta Europa, perché a rischio esplosione a differenza degli Stati Uniti dove addirittura il “New York Times” e il “Los Angeles Times” pubblicano l’elenco degli insegnanti pessimi, che alla fine si lasciano a casa; l’esempio di Ginevra, dove non si insegna per tutta la vita e l’idea del gemellaggio tra una scuola eccellente e una in crisi; le retribuzioni, simili in quasi tutta l’Europa. Intervista a Norberto Bottani.

Continue Reading →

Salvare gli innocenti, una pedagogia per i tempi di crisi, di Goffredo Fofi. Un invito alla lettura, di A. Sola

Il vero centro di queste riflessioni è la denuncia della mancata assunzione di responsabilità da parte del “ceto pedagogico” di fronte ai diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, e l’affermazione di quella che può essere considerata la vera linea di confine per chi voglia agire per il bene comune: la scelta di mettere l’educazione al primo posto nella scala dei valori che determinano le scelte dell’agire politico.

Continue Reading →

DISCORSO DI PAPA FRANCESCO AL MONDO DELLA SCUOLA ITALIANA

Piazza San Pietro

Sabato, 10 maggio 2014

Cari amici buonasera!

Prima di tutto vi ringrazio, perché avete realizzato una cosa proprio bella! questo incontro è molto buono: un grande incontro della scuola italiana, tutta la scuola: piccoli e grandi; insegnanti, personale non docente, alunni e genitori; statale e non statale…

Continue Reading →

Intervista di Andrea Sola a “Una Città”: il “dopo-non-scuola”

UNA CITTÀ n. 212 / 2014 Aprile
Intervista a Andrea Sola
realizzata da Giovanni Pasini

IL “DOPO-NON-SCUOLA”
Manualità artigiana e pratiche pedagogiche libertarie per offrire ai bambini occasioni attraverso cui esprimersi; una relazione, quella tra adulti e bambini, improntata sempre più sull’autorità anziché sul dialogo; le costanti preoccupazioni delle maestre per il programma da completare che scoraggiano ogni nuova iniziativa; l’esperienza del “dopo-non-scuola”. Intervista ad Andrea Sola.

Continue Reading →

Lettera al figlio di Michele Serra, di Nicola Villa – da Gli Asini – Rivista

Il primo impulso, appena finito di leggere Gli sdraiati di Michele Serra, è quello di scrivere una lettera al figlio dell’autore per esprimergli tutta la nostra simpatia e solidarietà. O anche scrivergli un semplice e laconico sms con “coraggio!” o “resisti!”. Oppure un messaggio su facebook di “amicizia” e comprensione.

Continue Reading →

Lettera da uno studente di Scienze della Formazione Primaria, di Giovanni Cuculi. Da “Gli Asini rivista”

Cari Asini,

cosa volete che vi scriva, che già non vi possiate immaginare? Se la situazione è disastrosa ovunque, figuratevi in una facoltà di “Scienze della Formazione Primaria”. Ci vuole poco per farsi un’idea: prendi gli ultimi vent’anni (chiamali berlusconismo, mutazione, o come vuoi), facci crescere dentro i giovanissimi, diciamo dal primo giorno di vita, e poi mandali, dopo tre o quattro lustri di televisione, scuola, eroi dell’american dream e miti sbagliati, in una facoltà in cui chi esce è automaticamente abilitato all’insegnamento.

Continue Reading →

Pratiche sensate di resistenza all’epidemia valutativa, di Franco Lorenzoni e Roberta Passoni

Non dobbiamo mai dimenticare che la scuola, oltre a un luogo di socialità e di apprendimento, ha anche le caratteristiche di una istituzione totale, dove bambini e ragazzi sono sottoposti a frequenti arbitrii da parte di noi insegnanti, praticamente insindacabili.

Continue Reading →

Perché non li lasciamo riposare i nostri giovani “sdraiati”? di Paolo Mottana

Perché non li lasciamo riposare i nostri giovani “sdraiati”?

L’immagine dei giovani, quella che “gira”, l’immagine pubblica, spesso fabbricata dai cosiddetti influenzatori ma anche dagli “esperti”, è desolantemente falsa. Non tanto nella mera descrizione quanto nell’implicito giudizio che l’accompagna.

Questi giovani: indolenti, debosciati, vulnerabili, insoddisfatti, intolleranti ad ogni minima frustrazione, violenti o succubi, privi di norma, deboli, dediti ad ogni tipo di dipendenza, “sdraiati”.

Continue Reading →