NapoliCresce, un nuovo progetto per finanziare i laboratori artistici di Napoli

VAI AL SITO www.napolicresce.com

NapoliCresce è una linea di oggetti in ceramica per la tavola che riproduce espressioni della creatività infantile napoletana: sculture, dipinti, pensieri prodotti dai ragazzi nei laboratori artistici vengono selezionati e riprodotti fotograficamente su manufatti in ceramica.
La vendita dei prodotti ha lo scopo di finanziare i laboratori artistici che operano nei diversi quartieri della città e di avviare percorsi di formazione professionale alle attività artigiane.
Invitiamo chi voglia sostenere i nostri progetti ad utilizzare questi prodotti nelle proprie attività, acquistarli o donarli privatamente.

QUI SI PUO’ LEGGERE IL DOCUMENTO CON I PRINCIPI ISPIRATORI DEL PROGETTO

 

 

LABORATORIO DIDATTICO SULLA LAVORAZIONE DELLA CERAMICA AD USO DIDATTICO a Napoli

SCUGNIZZO LIBERATO

LABORATORIO DIDATTICO SULLA LAVORAZIONE DELLA CERAMICA AD USO DIDATTICO

Il corso si svolgerà nel laboratorio di ceramica dello Scugnizzo Liberato e sarà tenuto da Andrea Sola del Centro Pandora

Continue Reading →

Alessandro Lumare: i laboratori “Segni mossi”

Alessandro Lumare vedi il blog

il progetto “segnimossi”

i video

è un autore di libri illustrati per l’infanzia, formatore artistico ed atelierista con esperienze lavorative decennali come videomaker, danzatore ed operatore socioculturale. La sua ricerca artistica è caratterizzata da multidisciplinarietà e attitudine all’innovazione creativa.
Racconto storie attraverso oggetti di uso quotidiano. Nel creare un’immagine cerco di limitare “il disegno” a pochi interventi essenziali, prediligendo l’aspetto compositivo a quello decorativo. All’interno dello stesso progetto mi piace convivano diversi livelli di astrazione: la mia aspirazione è suggerire che l’immaginazione è un processo (e stimolare ad esercitarlo).  Mi piace trasmettere idee con immediatezza, cercare immagini che comunichino la fragilità dell’intuizione.

ARTE E PAROLA NELL’ESPERIENZA DELLA SCUOLA “CHANCE”, Napoli

ARTE E PAROLA NELL’ESPERIENZA DELLA SCUOLA “CHANCE”,
Autori : Carla Canfora, Amalia Aiello, Rita Iannazzone, Mena Miccoli, Caroline Peyron, Fiorella Picecchi, ( Progetto Chance – Napoli).

Continue Reading →

I La­bo­ra­to­ri di scrit­tu­ra Crea­ti­va La­li­nea­scrit­ta di Antonella Cilento (intervista di “Una città”)

UNA CITTÀ n. 180 / 2011 Dicembre 2010-Gennaio 2011

Intervista a Antonella Cilento
realizzata da Barbara Bertoncin

CENERENTOLA CHI?
Ragazzini a cui nessuno racconta più le favole, bambine il cui l’unico sogno, da grandi, è “fare la mamma”, ma anche classi che cacciano il bidello per non dover interrompere un racconto…; il resoconto di quasi vent’anni di laboratori di scrittura nelle scuole del nord e del sud. Intervista a Antonella Cilento.

Continue Reading →

Passi leggeri sulla terra, un sito sui mestieri etnici, i materiali naturali, l’educazione ambientale

Passi leggeri sulla terra

Ci sono dei modi per mangiare, produrre degli oggetti, riscaldarsi… insomma di soddisfare i nostri bisogni senza pregiudicare le possibilità a chi verrà dopo di noi? Ci sono modi di vivere esperienze altamente formative con i bambini, offrigli molti spunti che non siano solo giochi di plastica, conoscere la natura e il mondo che ci circonda?

Ci sono, basta uscire e cercarli.

In un percorso che passa fra scienza, arte, artigianato, recupero di vecchi saperi, senza sapere dove questo ci possa portare …

          “E che di noi possano restare… passi leggeri sulla terra”

ELSE – Edizioni Libri Serigrafici E altro…Roma

ELSE – Edizioni Libri Serigrafici E altro… propone atelier di stampa serigrafica per la realizzazione di libri fatti a mano con bambini e genitori, insegnanti ed educatori, giovani e adulti, artisti e illustratori.

else Un percorso intorno al libro come avventura, spazio concreto tra la copertina e le pagine: testa, pancia, piedi e dorso. I libri come segni da cogliere: impronte nel passato, tracce del presente, visioni sul futuro. Piccole e grandi opere da realizzare e poi tenere tra le mani e dentro gli occhi. Storie da raccontare, stampare e rilegare attraverso un fare artigianale, con l’intelligenza delle mani e strumenti “conviviali” alla portata di tutti. La serigrafia è la tecnica, la macchina serigrafica è lo “strumento conviviale”. Conviviale perché esalta l’energia e l’immaginazione personale e di gruppo, estende il raggio d’azione di ciascuno all’interno di una dimensione creativa e lavorativa. Pensare e fare un libro è dunque un modo di “fare arte” ovverola ricerca di quella condizione espressiva in cui l’uomo si ritrova ogni volta che vuole condividere con altri i propri sentimenti. E’ questo sentirsi uniti che crea in piccolo una comunità di fatto.

Il closlieu di Arno Stern

Stern ha dato alla sua attività il nome di “Educazione Creatrice”. Con ciò egli ha voluto indicare che in essa si tratta, all’opposto del condizionamento alla dipendenza, di un’iniziazione all’autonomia dell’individuo. Egli teneva a mettere l’accento sul fatto che lo sviluppo personale è legato all’esperienza sociale. Così, l’attività nel Closlieu permette all’individuo di realizzarsi tra gli altri, e non contro gli altri.

Come rendere possibile a tutti il gioco semplice e benefico della pittura? Creando le condizioni adatte a superare i pregiudizi e le inibizioni. Tutti sono capaci – proprio come lo è il bambino piccolo – di lasciarsi andare a questo gioco, quand’esso si svolge in uno spazio messo a punto a questo fine. Questo spazio è il Closlieu.

GUARDA L’INTERVISTA AD ARNO STERN

 

IL SITO UFFICIALE DI ARNO STERN