Meetfilmfestival: video internazionali dalle scuole – Senigallia 5-7 ottobre

Meetfilmfestival: video internazionali dalle scuole – Senigallia 5-7 ottobre

Si segnalano gli appuntamenti principali :

 

Cerimonia di apertura (Teatro La Fenice)

 

giorno 5 ore 14,30-15,30 e di seguito proiezione film mattina e pomeriggio fino al pomeriggio del giorno 7 (come da programma allegato)

 

Tavola rotonda “Erasmus+ on the Mov(i)e”

 

giorno 6 ore 16,30

 

Cerimonia di chiusura e premiazione vincitori (Teatro La Fenice)

 

giorno 7 ore 17,00

 

Laboratori video (Teatro La Fenice):

 

giorno 5 ore 10,30-12,30; il giorno 6 ore 14,30-16,00; giorno 7 ore 14,30-16,00

meetfestival

Rete di Cooperazione Educativa IV Incontro nazionale • Sabato 18, Domenica 19 ottobre 2014

Rete di Cooperazione Educativa IV Incontro nazionale

Sabato 18 ottobre 2014 Domenica 19 ottobre 2014

Sant’Arcangelo di Romagna

LO SPAZIO DELL'EDUCAZIONE_Locandina copia

Salone dell’editoria sociale sesta edizione L’EUROPA IN CAMMINO Roma 16 – 19 ottobre 2014

La sesta edizione del Salone dell’editoria sociale ha per titolo “L’Europa in cammino”. Quello intrapreso negli ultimi anni è deludente: la strada del- l’austerity, della “Fortezza Europa”, dei mercati senza regole ci sta conducendo in un tunnel senza uscita in cui si affermano populismi, xenofobia, egoismi sociali e nazionali, come hanno dimostrato le ultime elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo.

Continue Reading →

Primo viaggio del Mammutbus: da Scampia all’Umbria

 

Il camper parte dall’autorimessa, arriva la Mammut e da lì verso le scuole. Ogni volta in una scuola diversa. Due settimane di orme e ruote lasciate per la strada. Fa sosta all’entrata delle scuole e si fa bello. Si mette il vestito migliore.

Continue Reading →

Andrea Sola, intervento dal titolo “Cambiare i paradigmi del rapporto educativo”

Prima conferenza del ciclo “Un’altra educazione e’ possibile-uno sguardo differente” presso il Centro Quarzo Rosa di Faenza il 7 marzo 2014.

Dopo la presentazione di Cecilia del progetto di educazione parentale e zooantropologia a Pieve Cesato, parla Andrea Sola con un intervento dal titolo “Cambiare i paradigmi del rapporto educativo. La volonta’ di potenza dell’adulto, una rinuncia necessaria, dall’atteggiamento persuasori a quello dialogico”.

Futuri maestri: la prima summer school d’Italia

Futuri maestri: la prima summer school d’Italia

Quando quest’anno ho avuto in classe dei futuri maestri mi sono chiesto: cosa insegnano all’Università a chi salirà in cattedra tra qualche anno? Che ne sanno della scuola, di questo mondo dove le competenze e l’esperienza non vanno a nozze, a discapito di una didattica conservatrice? Sapranno essere migliori di me? Qualcuno insegna loro come appassionare i bambini alla lettura, alla scrittura? Si parlerà ancora di educazione civica tra qualche anno? Si studiano ancora la Montessori,don Milani, il maestro Alberto Manzi?

Per la prima volta, dal 30 giugno al 4 luglio, un gruppo di maestri-scrittori, giornalisti e magistrati che lavorano da anni nella scuola italiana, si confronteranno con i futuri insegnanti a Mola di Bari. È la prima summer school d’Italia dedicata a chi vuol fare il maestro da grande.

Su “banchi” davanti al mare della Puglia, siederanno l’ex magistrato Gherardo Colombo, il conduttore radiofonico Federico Taddia, gli scrittori e maestri Giancarlo Visitilli, autore di E la felicità prof? (Einaudi), Livio Romano, autore di Diario elementare e chi scrive questo post, autore diTutti in classe (Einaudi). Con loro anche il maestro Paolo Limonta e la straordinaria presenza della moglie del maestro Alberto Manzi, Sonia, che è pure lei insegnante.

È la prima volta che chi entra in aula ogni giorno si mette a disposizione dei più giovani. Una vera e propria officina magistrale, con tanto d’iscrizione gratuita per i partecipanti. Una risposta a chi pensa che in questo Paese non sia più possibile realizzare nulla senza finanziamenti. I maestri che l’hanno pensata si sono messi insieme con quella sana follia che li appassiona, hanno trovato una location, hanno creduto in un progetto che li vedrà gratuitamente impegnati per una settimana con dei giovani. Una scuola che esce dalle aule, che rompe gli schemi, che ha poco a che fare con gli scialbi corsi di aggiornamento proposti di tanto in tanto.

Ed è di questo che ha parlato Papa Francesco nell’incontro di sabato con il mondo della scuola: “Gli insegnanti sono i primi che devono rimanere aperti alla realtà, con la mente sempre aperta ad imparare, altrimenti non sono buoni insegnanti e non sono interessanti. I ragazzi lo capiscono, hanno fiuto, e sono attratti dagli insegnati che hanno un pensiero incompiuto che cercano un di più e contagiano gli studenti”. A Mola di Bari noi ci proveremo.

Le iscrizioni sono possibili fino a sabato 31 maggio (max 15-20 partecipanti) scrivendo a corlazzolialex@gmail.com o con-tatti@libero.it. Gli unici costi previsti sono quelli del pernottamento presso il B&B “Le case di Sottovento” e un pranzo: 35 euro al giorno.

Mettere in Comune – 17-18 Gennaio 2014 Asilo A. Parisi – Palermo. Le Pratiche mettono in comune le loro risorse per affrontare in maniera creativa, solidale e di nuova sperimentazione democratica dal basso la precarietà e l’impoverimento, non solo monetario ma anche relazionale, culturale e “di senso”, nella consapevolezza che le politiche pubbliche messe in atto dalle istituzioni sono insufficienti e inadeguate per valorizzare i beni e le risorse comuni, il loro utilizzo consapevole, la loro redistribuzione giusta e solidale.

 

Mettere in Comune – 17-18 Gennaio 2014 Asilo A. Parisi, Via P.pe di Scordia 169 – Palermo

La Rete Mettere in Comune è composta da decine di “Pratiche”, attive a Palermo, che si occupano di spazi verdi e orti condivisi; riuso, riciclo e scambio; innovazione sociale e caring (come attività di cura per l’infanzia, per le persone dipendenti e tra le persone tutte, con particolare attenzione all’accoglienza reale dei cittadini e delle cittadine migranti); lavoro (anche e soprattutto cognitivo ed artistico); vivere sostenibile (inteso come bisogno generale di uno stile di vita improntato alla dignità per tutti e tutte, alla sostenibilità ambientale e all’economia di relazione); applicazione e difesa della Costituzione, dei diritti fondamentali e della libertà delle persone.

Le Pratiche mettono in comune le loro risorse per affrontare in maniera creativa, solidale e di nuova sperimentazione democratica dal basso la precarietà e l’impoverimento, non solo monetario ma anche relazionale, culturale e “di senso”, nella consapevolezza che le politiche pubbliche messe in atto dalle istituzioni sono insufficienti e inadeguate per valorizzare i beni e le risorse comuni, il loro utilizzo consapevole, la loro redistribuzione giusta e solidale.

Le strategie della rete MIC mirano a realizzare progetti e desideri al di fuori dei percorsi convenzionali, dando valore ai beni comuni, come l’acqua, la terra, l’aria, ma anche la cultura, i beni archeologici, artistici e monumentali, gli spazi pubblici, e opponendo alla logica della competizione sul libero mercato la condivisione e la cooperazione, la sperimentazione di nuove forme di democrazia dal basso, di riscrittura condivisa delle regole, di nuove modalità di accesso alle risorse che siano includenti e non selettive, antirazziste e non discriminatorie.

Tutto questo sarà tema di dibattito nella due giorni di Azione e confronto che si svolgerà il 17 e 18 gennaio 2014 presso la scuola Parisi di Borgo Vecchio.
Questo luogo è stato scelto perché si tratta di una risorsa sottratta alla città da anni, e la sua riapertura in questa occasione, dopo la consegna alla giunta comunale di migliaia di firme che ne chiedevano l’affidamento alle associazioni del quartiere in cui si trova, rappresenta la prima concretizzazione del tipo di risultati che la Rete Mic vuole raggiungere.

L’iniziativa, sostenuta dal Consiglio d’Europa, vedrà la presenza di ospiti nazionali e internazionali, che illustreranno percorsi concreti di messa in comune in altre città d’Italia e d’Europa che sono riusciti a ridisegnare i principi dell’utilizzo e dell’accesso alle risorse. Avranno luogo anche l’esposizione delle attività delle Pratiche della Rete e alcuni momenti di azione condivisa come il giardinaggio partecipato nello spazio verde, e ora abbandonato, della scuola Parisi.

Di seguito il programma completo:

Venerdì 17 Gennaio
ore 17:00 – Presentazione della Rete Mic e della vertenza per restituire al quartiere l’asilo Parisi di Borgo Vecchio. Proiezione del video “Mettere in Comune”, realizzazione audiovisiva Mon Amour Film
ore 17:30 – Assemblea plenaria “Beni comuni, luoghi comuni e pratiche del comune”

Partecipano:
Rete MIC; Gilda Farrell (Consiglio d’Europa) ; Luca Nivarra (Commissione Rodotà); Gino Sturniolo (Consigliere Comunale di “Cambiamo Messina dal basso”); Emilio Vergani (Esperto di responsabilità sociale e di bilancio sociale; valutatore e docente di metodi e tecniche della progettazione sociale); Roberto Covolo (Ex Fadda, San Vito dei Normanni, Br)

ore 20:30 – Aperitivo rinforzato
Sabato 18 Gennaio
Ore 9:30 – “Pratiche del mettere in comune da altre città”.

Partecipano:
Ciro Treppiedi (Cooperativa Odissea. Co-housing e agricoltura sociale); Andrea Sola (Educare alla libertà, Venezia); Claudio Farina (Spazio Opportunità, Trieste); Roberto Covolo (Ex Fadda, San Vito dei Normanni, Br)

Ore 10:30 – Confronto di tavoli tematici sui temi dei beni comuni e delle pratiche del comune.

Quattro tavoli ragioneranno con la tecnica del World cafè su tre temi fondamentali: 10:45 – 11:35 – Le relazioni umane nelle pratiche del mettere in comune
11:45 – 12: 35 – Rapporti tra le pratiche del mettere in comune e le istituzioni pubbliche 12:45 – 13:35 – Sostenibilità economica delle pratiche e creazione di reddito

13: 45 – PRANZO SOCIALE

14: 30 – 16 : 30 – ATTIVITA’ del Mettere in Comune: Giardinaggio partecipato nell’area verde della scuola a cura di Codifas.
Ore 16:30 – Restituzione dei tavoli di lavoro e assemblea di chiusura

La due giorni sarà arricchita dagli spazi espositivi, laboratoriali e comunicativi della pratiche aderenti alla Rete.
Partecipano e seguono i lavori Radio 100 Passi e Radio MIC.
L’iniziativa è sostenuta dalla Divisione Ricerca e Sviluppo della Coesione Sociale del Consiglio d’Europa nell’ambito del Progetto “Responding Together”.

 


page2image17168
page2image17440

“A scuola di cittadinanza” Sabato 21 dicembre, una giornata a sostegno del progetto La Prima scuola del regista Andrea Segre al Centro sociale Rivolta di Marghera

Una proposta: costruisci insieme a noi “A scuola di cittadinanza”, una giornata a sostegno del progetto La Prima scuola del regista Andrea Segre
Sabato 21 dicembre 2013 al Centro sociale Rivolta, Via Fratelli Bandiera, 45 – Marghera. Dalle ore 15 in poi.

La prima scuola è un progetto legato al film La prima neve di Andrea Segre.
E’ un progetto di impegno civile pensato per contribuire all’importanza della scuola primaria pubblica italiana in un’epoca di tagli e disuguaglianze.
La scuola elementare è la prima vera esperienza di formazione extra-familiare di un bambino e costituisce il nucleo fondante del sistema educativo italiano.

Il progetto si propone di raccogliere risorse e impegnare energie per la scuola perseguendo due macro obiettivi.
– contribuire al dibattito sulla crisi del sistema d’istruzione pubblico relativa alle scuole elementari
– finanziare progetti artistici nelle scuole primarie di periferia con un’apposita raccolta fondi

La Prima Scuola sta organizzando degli appuntamenti per promuoversi e finanziarsi.
Il tour è partito dalla nostra città, dalla parrocchia del Gesù Lavoratore di Marghera. Andrea Segre vuole chiudere il tour da dove è partito e ci propone di organizzare un grande evento capace di raccogliere una parte importante di fondi.

Un evento che vogliamo costruire con il contributo di tanti che come noi credono e si battono per l’allargamento e la conquista dei diritti di cittadinanza.

La data è quella di Sabato 21 dicembre 2013. L’idea di organizzazione della giornata da cui vorremo partire è iniziare dalle ore 15.00 con una parte dedicata ai bambini con animazione, spettacoli, laboratori e merenda.
Per continuare con una cena per bambini e per adulti a cui tutti possono contribuire.
Dalle 21.00 in poi si svolgeranno gli spettacoli che Andrea sta organizzando con alcuni artisti che sostengono il progetto.
E’ una idea di base apertissima a contributi e idee.

Puoi sostenere il progetto e contribuire alla giornata in molti modi:
– partecipando con uno spazio espositivo della tua associazione e donando parte del ricavato al progetto
– proponendo un’attività o uno spettacolo per i bambini
– portando cibi e pietanze già pronte che verranno integrate alla merenda o alla cena.

Per comunicarci le modalità del contributo alla giornata e per proposte, potete contattarci alla mail:
laprimascuola.rivolta@gmail.com

Da soli si sogna, in tanti si può cambiare la realtà!
Sostieni La Prima scuola!

Per maggiori informazioni sul progetto:
http://laprimascuola.wordpress.com

Faenza, 1 dicembre incontro pubblico: “Un’altra educazione è possibile”

Con Andrea Sola che presenterà il video documentario “Un’altra scuola è possibile”.

Alle ore 16 a Pieve di Cesato (Faenza) un incontro pubblico sui temi della educazione democratica e non autoritaria.

I dettagli dell’iniziativa su www.zebragialla.it

Il bando LA PRIMA SCUOLA

  • Il bando del concorso La Prima Scuola
  • Filosofi Raffaello
  • libro aperto
  • Foto di scena di Simone Falso
  • Andrea Segre e Luca Bigazzi sul set de La Prima Neve (foto di Simone Falso)

articoli recenti

altri articoli

LA PRIMA SCUOLA Un progetto a cura di ZaLab per e con le scuole primarie

LA PRIMA SCUOLA

Un progetto a cura di ZaLab per e con le scuole primarie collegato alla distribuzione del film
IL PROGETTONEWS: è finalmente disponibile online il BANDO del concorso “La Prima Scuola” con tutti i riferimenti e la documentazione ufficiale per inviare la propria candidatura. Clicca QUI per scaricare il bando e la documentazione necessaria per partecipare! 

La prima scuola è un progetto che vuole riportare la scuola elementare italiana al centro delle questioni nazionali. Non si tratta di un’impresa facile dopo 20 anni di sistematica erosione della consapevolezza e del ruolo della scuola pubblicanella vita dei nostri figli, che ha determinato un serio regresso rispetto alle conquiste e ai modelli di eccellenza sviluppati nel ventennio precedente.

leggi tutto

Che fare? Gli operatori sociali dentro la crisi venerdì 10 e sabato 11 maggio

Che fare? Gli operatori sociali dentro la crisi

venerdì 10 e sabato 11 maggio 

Convento di San Domenico Maggiore
Vico San Domenico 18  Napoli

Venerdì 10 maggio 2013 dalle ore 15 alle 19

I sessione Stato e Welfare

Introduce e coordina Giulio Marcon

Relazioni
Guglielmo Ragozzino: Economia e Lavoro
Roberto Landolfi: la sanità
Marina Galati: disagio sociale e disabilità

Tavola rotonda
Comunicazioni di Alessio Scandurra, Giorgio Villa, Dario Stefano Dell’Aquila e altri

Sabato 11 maggio 2013 dalle ore 9 alle 19

II sessione: Nuovi soggetti sociali

Introduce e coordina Giulio Marcon

Relazioni
Stefano Laffi: i giovani italiani e stranieri
Grazia Naletto e Marco Carsetti: gli immigrati
Luigi Monti: la scuola
Linda Laura Sabbadini: donne e disagio

Tavola rotonda
Comunicazioni di Giacomo Borella, Sara Honegger, Carolina Purificati, Domenico Chirico, Valentina Bugli e altri

dalle ore 15 alle 19

III sessione: Il Sud 

Introduce e coordina Vinicio Albanesi

Relazioni
Alessandro Leogrande: il Sud
Enrico Pugliese: politiche sociali
Gianfranco Bettin: l’ambiente
Raffaello Magi: la giustizia

Tavola rotonda
Comunicazioni di Suor Rita di Caserta, Goffredo Fofi, Giovanni Zoppoli e Maurizio Braucci e rappresentanti associazioni

Conclude: Luigi Ferrajoli

Cooperativa Villaggio Globale di Ravenna: un percorso di approfondimento legato all’Educazione Naturale

Carissime e Carissimi,  
Dopo il riconoscimento del Provveditorato agli studi per i crediti formativi 2013 siamo ad informarvi della partenza del nuovo percorso di approfondimento legato all’Educazione Naturale promosso dalla Cooperativa Villaggio Globale di Ravenna.
“Educazione Naturale-fare scuola con rispetto!”
E’ un percorso completamente gratuito, pensato per chi si occupa di educazione, è quindi rivolto a dirigenti, insegnanti, educatori, studenti, genitori e persone interessate ai temi della crescita dell’essere umano.
Gli incontri si propongono di dare spunti di riflessione e diverse prospettive da cui guardare la scuola e l’educazione, l’intento non è quello di dare punti fermi da cui partire, ma al contrario di smuovere quelli che tacitamente e comunemente vengono accettati!
Smuovere per riflettere e ricostruire in un processo vitale che mai deve fermarsi ed assopirsi.
L’idea di fondo è che la società umana è in continua evoluzione, l’essere umano che cresce vive un processo dinamico ininterrotto, perciò l’educazione e la scuola non possono rimanere ferme, ma devono seguire questa evoluzione, essere vive e partecipare a questo processo.
Il percorso prevede 25 ore di Formazione riconosciuta e altri appuntamenti extra legati alla tematica che permetteranno un dialogo aperto e riflessivo sia sull’attuale proposta educativa nazionale che su nuovi e vecchi modelli didattici. L’interesse ricevuto per la scorsa edizione ci è stato da stimolo per proporre la nuova sessione di appuntamenti per la quale sono state coinvolte diverse realtà ravennati che già sperimentano sia a livello scolastico che laboratoriale alcune delle metodologie didattiche che presenteremo. Tutte offriranno le loro competenze, come è stato per l’anno passato, gratuitamente e oltre ad avere in questo contesto la possibilità di raccontare e promuovere le loro esperienze, forniranno elementi utili e interessanti adattabili a contesti scolastici tradizionali… non mancheranno appuntamenti creativi curati dalla nostra cooperativa nell’ambito di PROgETTO HUNDERTWASSER.
L’intero ciclo di incontri sarà dedicato all’amico Gianfranco Zavalloni, recentemente scomparso, che nell’edizione 2012 ha regalato al progetto un intervento molto appassionato sulla sua esperienza professionale e personale. Con questi appuntamenti speriamo di coltivare e mantenere vivi i suoi insegnamenti.
I primi appuntamenti confermati sono stati calendarizzati,
verranno aggiornati all’interno del gruppo Facebook EDUCAZIONE NATURALE Ravenna e comunicati a chi si è iscritto alla mailing list dedicata mandando la propria mail all’indirizzo scuola@villaggioglobale.ra.it indicando come oggetto “educazione naturale”
22 MARZO dalle 17.oo alle 19.3o e dalle 2o,3o alle 22,3o
“Educare all’errore” sbagliando si impara
con Davide Donadi e Raffaella Cataldo
(appuntamento con buffet solo su prenotazione)
5 APRILE dalle 18,oo alle 20,oo e dalle 21,oo alle 23,oo
“Arte-Uomo-Natura” l’esperienza di AR.U.NA
presentazione e laboratorio
con Michela Nati e Roberta Casadio
(appuntamento con buffet solo su prenotazione)
10 APRILE dalle 17,oo alle 20,oo
“Insegnanti più consapevoli = Insegnanti più sereni” gli strumenti del counseling in classe (a iscrizione massimo 15 persone)
con Elisabetta Vera Graziani
24 APRILE dalle 17,oo alle 20,oo
“Bambini e Natura” il deficit di natura nei bambini di oggi
con Cecilia Fazioli e Roberta Ricci AGRINFANZIA
15 MAGGIO dalle 17,oo alle 2o,oo
“Progettare spazi di libertà”
Marina Mannucci e Piera Nobili dialogano con
PROSSIMI INCONTRI DA CALENDARIZZARE:
MAGGIO
ECOISTITUTO Daniele Zavalloni
HUNDERTWASSER Stefania Pelloni
CEIS RIMINI
TUTTI GLI APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA 
SI SVOLGERANNO A CittA@ttiva
Via Carducci 14 Ravenna
P.S. per le giornate spezzate è previsto un piccolo BUFFET con prodotti bio e commercio equo
a pagamento 
e SOLO su prenotazione 
è indispensabile la vostra prenotazione per non rimanere a pancia vuota!! 

vi aspettiamo numerosi/e

Ciclo di incontri su puericultura e pedagogia a Forlì

EDUCAZIONECONSAPEVOLE

 

Ciclo di incontri su puericultura e pedagogia

Il cAsilo: OFFICINA CASALINGA DI CRESCITA AUTENTICA

Venerdì 12 APRILE ORE 19,30 presso BABYLON, via G. Regnoli 33, Forlì

Il cAsilo è un progetto educativo etico e solidale auto-organizzato da alcuni genitori che credono che la scuola si possa fare ovunque, sotto un albero, davanti a un fuoco, attorno a una tavola.

“Partiamo fin dall’età del nido perché abbiamo voglia di crearci attorno quella tribù che nella nostra cultura non c’è più, per fare giocare i nostri figli assieme, perché per guadagnarci il pane ogni tanto dobbiamo allontanarci da loro, perché fin da subito ci piace avere un ruolo attivo nell’educazione dei nostri bambini”. I genitori-educatori del cAsilo presentano il progetto che coinvolge bimbe e bimbi dai 2 ai 3 anni e mezzo.

 

FRANCESCO D’INGIULLO: ORGONOMIA ED EDUCAZIONE

Domenica 21 APRILE ORE 19,00 presso BABYLON, via G. Regnoli 33, Forlì

Uno sguardo sulle rivoluzionarie, attualissime e forse poco riconosciute teorie di Wilhelm Reich e sulla loro profonda connessione con le tematiche della nascita e dell’educazione dei bambini, ovvero, in fondo, della felicità umana; ci guiderà Francesco D’Ingiullo, studioso di orgonomia, nonché homo faber e philosophicus.

 

ERIKA DI MARTINO: EDUCAZIONE PARENTALE

Sabato 4 MAGGIO ORE 15,30 presso BABYLON, via G. Regnoli 33, Forlì

Conversazione sull’homeschooling e su un tipo di genitorialità che non delega l’educazione dei figli con una delle mamme più attiviste d’Italia. Erika Di Martino, madre di 4 bambini, italo-americana, da anni si spende per la diffusione della pratica dell’istruzione a casa e ha fondato un network per mettere in contatto le famiglie italiane che la attuano.

 

CampoVolo: PROGETTO DI EDUCAZIONE FAMILIARE COLLETTIVA

Martedì 14 MAGGIO ORE 19,30 presso BABYLON, via G. Regnoli 33, Forlì

CampoVolo è un progetto che unisce varie famiglie che vi prendono parte in qualità di bambini, educatori, genitori, ospiti, volontari, aiutanti, pulitori, autisti, fratelli, nonni… Nella campagna fuori Faenza (RA) c’è una casa dove tutti insieme costruiscono un percorso di apprendimento libero e sincero, ispirato alle scuole libertarie, che ospita bambine e bambini tra i 5 e gli 8 anni, ma in realtà è un’ottima palestra per capire che come adulti non si può educare senza educarsi.

 

CLARA SCROPETTA: ACCANTO ALLA MADRE. UN ATTO D’AMORE

Venerdì 24 e Sabato 25 MAGGIO presso BABYLON, via G. Regnoli 33, Forlì

Clara Scropetta è madre di 3 figli, custode della nascita, autrice e traduttrice di numerosi libri relativi alla maternità; in Italia è una delle figure di riferimento nel campo della nascita naturale e consapevole. Venerdì 24 alle 19,30 presenterà il suo libro Accanto alla madre (Terranova ed.); sabato 25 dalle 10 alle 13 condurrà un seminario per genitori ed educatori che avrà come tema l’educazione basata sull’amore e la fiducia.

 

 

È gradita la conferma di partecipazione tramite chiamata o sms a 349.86.27.685 (Debora) oppure email a:  debora.stenta@gmail.com.

Con la gentilissima partecipazione e il prezioso sostegno di Ass. Cult. Babylon e Regnoli41