Schermata 2015-10-03 alle 12.21.27

Un appello dalla scuola d Comboscuro in Provenza (CN), minacciata di chiusura

Posted on 3 ottobre 2015 by Andrea Sola

Pubblichiamo un appello della scuola in Provenzale di Comboscuro (CN) che riesce a sopravvivere a 1000 metri di altitudine grazie anche alla solidarietà dei cittadini. Per sostenerli si possono acquistare prodotti alimentari locali.

Più sotto trovate la storia del progetto e el vicissitudini della scuola, prima chiesa e quindi riaperta come scuola paritaria. Leggete anche della iniziativa del dizionario della lingua provenzale.

Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro – La Scuola in Provenzale, Fraz Santa Lucia/Sancto Lucio de Coumboscuro n. 6

12020 Monterosso Grana   Tel 3805333938   Fax0171989217

escolodesanctolucio@hotmail.it

www.escolodesanctoluciodecoumboscuro.org

Sancto Lucio de Coumboscuro 14-09-2015

Car amis de l’Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro

Un nuovo anno scolastico sta per incominciare ed eccoci qui ancora una volta a bussare alla vostra porta…… Stiamo tutti attraversando un momento storico eccezionale per eventi e per situazioni migratorie di eccezionale gravità ma nello stesso tempo la vecchia Europa continua a non accorgersi che la causa di tutto questo flusso di popoli interi è solo e soltanto colpa dell’avidità e dell’ingordigia dei governi e della finanza dei paesi ricchi.

…Quello che sta succedendo a livello mondiale, nel piccolo succede all’interno del mondo alpino. Una migrazione più soft, disciplinata, silenziosa ma che svuota valli intere rende tutto il territorio alpino una regione desertificata. Non ci saranno mani nude che busseranno alla vostra porta ma la natura stessa si rivolterà contro coloro che pur di sfruttare premi e aiuti nazionali o comunitari hanno tagliato con inutili strade di collegamento o forestali i costoni della montagna, hanno affittato pascoli a soli fini speculativi spesso senza portare il bestiame e senza fare migliorie e permettendo quindi l’inselvaticamento e il rimboschimento inutile di grandi estensioni pascolive, hanno ridotto un patrimonio paesaggistico e un ecosistema naturale in zona di sfruttamento edilizio inutilizzabile ed inutilizzato che sta generando solo più costi che le famiglie medie non riescono più a sostenere. Tutta la montagna è un susseguirsi di cartelli “ vendesi “ o di case in decadenza. Per far dimenticare tutto questo, come avevano fatto gli ultimi imperatori romani, grandi organizzazioni di eventi creano festival, rassegne, concerti, con nomi altisonanti che nulla hanno da spartire con il territorio ma sono l’ultima pagliacciata per riempire la pancia e gli occhi di un popolo che non deve vedere e non deve sentire il bussare sempre più insistente di quei milioni di mani nude e di quel rumore sordo che producono le frane e gli smottamenti in montagna quando la natura si rivolta contro lo scempio umano e la sua desertificazione.

Scusate lo sfogo ma forse è la sofferenza silenziosa giornaliera che spesso non riesce più a essere controllata e prende il sopravvento. In effetti siamo qui nuovamente a chiedervi un sostegno. Non lo neghiamo anche quassù a 1000 metri si percepisce l’effetto della crisi non solo economica, ma anche sociale che sta colpendo il sistema la difficoltà delle amministrazioni pubbliche a saldare determine e contributi di diritto vecchie di anni. Forse è l’abitudine a resistere in situazioni climatiche, geografiche e logistiche difficili che ci ha permesso di tenere duro fino ad oggi chinando la testa, tagliando tutto il superfluo e cercando in ogni modo di portare avanti i nostri ideali e continuando a vivere e lavorare quassù a Coumboscuro.

Per questo come lo scorso anno torniamo a bussare alla vostra porta, vi chiediamo un aiuto economico anche minimo a cui noi cerchiamo di compensare con l’invio di prodotti della nostra terra, merce povera prodotta direttamente da noi o offerta da produttori amici a sostegno dell’Escolo

Dato che siamo una istituto scolastico dello Stato Italiano abbiamo la possibilità di accettare quale sostegno economico all’Escolo “Erogazioni liberali a favore degli istituti scolastico di ogni ordine” (da portare in detrazione sul modello unico indicando cod. 31).

Le due modalità di intervento e sostegno

Erogazione liberale singola

Partendo dalla base che l’erogazione è libera e secondo le disponibilità di ognuno di voi,

in segno di amicizia e riconoscenza da parte nostra, vi verranno consegnati i prodotti o pacchetto prodotti di pari valore commerciale alla vostra erogazione – con un minimo di 20 euro – qui elencati a vostra scelta.

La valutazione pecuniaria dei prodotti è calcolata non a titolo commerciale ma esclusivamente in una visione limpida e sincera di collaborazione e gratitudine per la realizzazione del progetto.

Grazie a questo sistema chi decide di fare l’erogazione liberale ottiene un duplice vantaggio ossia:

– di aiutare dei giovani a portare avanti un progetto straodinario e di poter vivere al proprio paese

– di poter gustare e ricevere direttamente a casa i prodotti di eccellenza alimentari ed artigianali che via via, le aziende che sostengono l’Escolo, offriranno in segno di amicizia e riconoscenza a tutti i partecipanti al progetto

Proposta prodotti

1) – Toumo duro ( formaggio stagionato

almeno sei mesi prodotto secondo la lavorazione storica

del formaggio Castelmagno lavorazione che non ha nulla a che

vedere con l’attuale Castelmagno. Infatti pur essendo in

zona di produzione del Castelmagno preferiamo produrre ed

etichettare il nostro prodotto come facevano i nostri vecchi.)

Valore commerciale circa € 20,00//Kg

2) – Sacco di Kg 20 di patate di montagna coltivate senza essere

irrigate a quota superiore a 1000 metri

Valore commerciale circa € 20,00 x 20 kg

3) – Biscotti tipici prodotti con farina di grano e mais cnf 250 gr € 16,00 /Kg

4) – Dolci artigianali “pratonevesi al genepì” conf 250 gr € 20,00 /Kg

5) – Mele /Pere antiche varietà € 1,30/Kg

  1. – Castagne noci ecc… prezzo da definire secondo andamento

del mercato

Pacchi con altri prodotti (mele, pere di varietà locali castagne destinate

sia per le caldarroste sia per esserte bollite ed altri piccoli frutti spontanei)

vi verranno proposti via via secondo la stagione .

E’ possibile fare richieste specifiche di prodotti secondo le vostre esigenze.

Trasporto – costi

I costi di trasporto del prodotto sono a carico del sottoscrittore ma vengono prepagati dall’Ass. Escolo

Corriere normale – adatto per merce non strettamente deperibile patate, mele, formaggio stagionato – consegna in 3-4 giorni –

Piemonte , Lombardia, Emilia Romagna € 15,00 tariffa unica per fino ad un peso complessivo di Kg 100

Liguria Toscana € 19,00 tariffa unica per fino ad un peso complessivo di Kg 100

Corriere espresso – consegna 24h in tutta Italia

Fino a kg 10 € 14,00

Fino a kg 20 € 19,00

.In ogni caso vi consigliamo di contattarci sempre prima in modo da concordare il trasporto a voi più consono e con il minimo costo. La merce vi verrà consegnata direttamente a casa.

4) Erogazione liberale di manodopera, promozione prodotti

Saremo molto contenti se giovani o meno giovani fossero disponibili a darci materialmente una mano, magari anche per brevi periodi a Coumboscuro, o nel proprio paese o nella propria città per promuovere il progetto e per sponsorizzare la vendita dei prodotti a sostegno del progetto Escolo. Quassù purtroppo la stagione ” bella” dura pochissimo – due o tre mesi – e in questo periodo bisogna fare tutto dal fieno, all’orto, alla raccolta legna ecc.. E’ un periodo difficile e faticoso ed ogni braccia in più è un prezioso aiuto . Ma di grandissimo aiuto è il passaparola continuo per tutto il periodo dell’anno per aiutare questa straordinaria lucida follia di giovani che vogliono rimanere e resistere al proprio paese.

E’ quindi importantissimo che aiutiate il progetto Escolo sponsorizzando l’acquisto dei prodotti tramite la vostra cerchia di amici, conoscenti, che li portiate quassù che ci incontriamo e perché no forse un’esperienza come quella dell’Escolo può diventare esempio e stimolo per altre comunità o realtà marginali che non vogliono morire.

Questo è il primo passo verso un disegno molto più ampio per permettere di resistere quassù. Vi terremo informati degli sviluppi e sinceramente ” gramasis” per l’aiuto che vorrete darci per permettere a dei giovani di continuare a sognare e vivere al proprio paese

Ben gramasis a tuchi

Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro

Per info :

indirizzo mail: escolodesanctolucio@hotmail.it

tel. 3805333938

Dati e numero IBAN per effettuare erogazioni liberali in denaro

Nella causale del bonifico vi preghiamo di scrivere come causale ” erogazione liberale a favore Istituto Scolastico Escolo de sancto Lucio de Coumboscuro ” specificando tramite mail a parte o telefonicamente la destinazione esatta della somma . Le erogazioni liberali vanno effettuate a nome :

Intestario del conto corrente

Ass. Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro

Banca Cassa di Risparmio di Savigliano S.p.a

n. IBAN : IT90Q0630510200000100133570

CHE COSA E’ IL PROGETTO ESCOLO?

Tutto è iniziato circa 60 anni or sono quando ” lou magistre ” – al secolo Sergio Arneodo-, un giorno disse agli allievi di allora che riempivano la piccola aula scolastica, “Da encuéi coumensé co a scrive ente la lengo que vous a moustrà vosto maire” – da oggi incominciate anche a scrivere nella lingua che vi ha insegnato a parlare vostra madre – L’avventura dell’Escolo incomincio da quel momento . Adesso 6 giovani stanno portando avanti questo straordinario progetto dell’Escolo . Certamente non è facile, ma Coumboscuro rimane l’unico esempio nelle Alpi dove si vive anche di cultura, dove per amore della propria lingua e della propria terra si continua a abitare quassù e si continua a parlare ai propri figli nella ” lengo dal cor ” – nella propria lingua del cuore – .

L’Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro ha cessato di essere scuola gestita statale nel 2007, causa carenza di alunni. Anche se la Regione Piemonte aveva finanziato e proposto un teleinsegnamento con tutor collegato all’Istituto Comprensivo di Caraglio questo progetto fu bocciato dal Collegio docenti dell’Istituto di Caraglio all’unanimità e a scrutinio segreto. I genitori degli alunni di Coumboscuro rimasti, hanno allora organizzato una scuola parentale che ha proseguito per due anni fino a quando nel 2009 è arrivato il decreto ministeriale che riconosceva l’Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro per quanto riguarda la primaria e secondaria. L’anno successivo abbiamo ottenuto il riconoscimento della parità anche per la sessione infanzia. Oggi l’Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro vanta le tre sessioni infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

Affiancato al progetto Escolo c’è quello del Dizionario . E’ la più grande raccolta di lemmi e varianti mai oggi tentata . Il Grande Dizionario della Lingua Provenzale si prefigge di raccogliere tutte le varianti del Provenzale Alpino presenti nelle 14 valli a parlata provenzale dalle Valli Monregalesi alla Val Susa oltre che le varianti limitrofe della parte alpina francese. Più di 100 informatori stanno collaborando . E’ l’ultima grande mappatura di una lingua che è stata anello di congiunzione tra il latino e le grandi letterature europee moderne l’unica lingua piccola che può vantare un Premio Nobel con l’opera Mireio di Frederì Mistral.

Oltre a questo l’Escolo organizza seminari, progetti formativi, convegni, rassegne cinematografiche ecc tutto inperniato sulla realtà alpina.

L’Escolo vanta e tiene collegamenti con tutte le associazioni, gruppi, popolazioni dell’Arco Alpino.

Ecco perché non vogliamo lasciare morire una simile avventura ben consci che forse si tratta di ” lucida follia” .Ma sono proprio queste avventure che hanno permesso a grandi idee di espandersi e continuare.

Grazie al progetto Escolo sei giovani lavorano e vivono a Coumboscuro , grazie al progetto Escolo i pulmini gialli non portano più i bambini da monte a valle ma da valle a monte. Anche questa è lucida follia.

Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro