la Newsletter dell’EUDEC del mese di gennaio: la conferenza a Parigi

Pubblichiamo la Newsletter dell’EUDEC del mese di gennaio, organizzazione europea delle scuole democratiche, che ogni anno tiene il suo convegno in un paese diverso. Quello del 2017 sarà a Parigi nel mese di agosto.

Continue Reading →

Marie-Laure Viaud, lo sviluppo delle scuole e dei percorsi pedagogici differenti, dall’inizio degli anni 2000, in Francia

 

L’articolo illustra lo sviluppo delle scuole e dei percorsi pedagogici differenti, dall’inizio degli anni 2000, e del modo in cui i protagonisti si sono adeguati alla evoluzione del contesto istituzionale, politico e sociale. Nel settore pubblico l’accresciuto potere acquisito dai funzionari intermedi dell’apparato gerarchico ed il sostegno istituzionale all’innovazione hanno condotto all’apertura di un certo numero di strutture cogestione da piccoli gruppi di insegnanti e dai responsabili istituzionali. Quindi gli insegnanti che oggi aprono delle classi o delle scuole “differenti” agiscono in maniera molto indipendente da condizionamenti istituzionali, potendo immaginare delle strategie atipiche rispetto a quelle previste a livello istituzionale. L’importante sviluppo delle scuole private avviene anche in questo caso secondo modalità diversificate ed in parte nuove.

Continue Reading →

UN OSPEDALE, UNA SCUOLA, UNA TIPOGRAFIA, Intervista a Christophe Dhote, UNA CITTÀ n. 223 / 2015 giugno-luglio

UNA CITTÀ n. 223 / 2015 giugno-luglio

Intervista a Christophe Dhote
realizzata da Bettina Foa, Barbara Bertoncin

UN OSPEDALE, UNA SCUOLA, UNA TIPOGRAFIA
Un centro, gestito dalla mutua dei lavoratori della Pubblica istruzione francese, dove gli insegnanti costretti a lasciare il lavoro per problemi di salute mentale, fanno psicoterapia di gruppo, seguono dei corsi di riqualificazione e, per allenarsi al rientro, lavorano in una vera tipografia; un mestiere, la cui fatica sta anche nel fatto di essere costantemente “in scena” davanti a una classe; aule professori che restano ormai vuote perché tra colleghi non ci si confronta più. Intervista a Christophe Dhote.

Continue Reading →

Da una rivolta scolastica a una scuola di rivolta. Il Liceo autogestito di Parigi

Da una rivolta scolastica a una scuola di rivolta. Il Liceo autogestito di Parigi

di Giulio Vannucci

 

“Quando qualcuno arriva al Lap, magari carico di una storia scolastica fatta di fallimenti e umiliazioni, la prima cosa che succede è che entra senza dubbio in un liceo, ma in un liceo in cui non c’è preside, non ci sono consigli di orientamento, consigli di classe, consigli di disciplina… in cui non ci sono voti. In cui non c’è obbligo di frequenza alle lezioni… Ecco il primo respiro di sollievo: la libertà. Ma non una libertà tout-court, ma la libertà di scegliere – che, si sa, è anche difficile”.

Continue Reading →