PRESENTAZIONE DEL SITO www.educareallaliberta.org

QUALCHE PRINCIPIO

L’attuale crisi dei sistemi educativi e formativi ha la sua origine nella presenza di un vuoto culturale che riguarda la incapacità di attenzione all’infanzia ed alla giovinezza, cioè alla sostanza del rapporto educativo, non soltanto da parte delle istituzioni ma dell’intera compagine sociale.

Continue Reading →

Video-intervista a un’insegnante della free school “Sudbury” di Gerusalemme

La scuola “Sudbury” di Gerusalemme, frequentata da allievi che vanno dai 6 ai 18 anni, fa parte delle numerose scuole ‘democratiche’ sorte in Israele negli ultimi 25 anni. Le scuole “Sudbury” sono circa 35 nel mondo e prendono il nome dalla omonima scuola  Sudbury Valley School, fondata nel 1968 a Framingham, Massachusetts, negli Stati Uniti, dove si mette in atto una forma di gestione particolarmente libera della pratica scolastica. L’intervista è stata realizzata da Andrea Sola nel 2011.

vedi l’intervista

Il centro territoriale ‘Mammut’ di Scampia. Video-intervista a Giovanni Zoppoli

PER GUARDARE IL VIDEOwatch?v=PUNQvXloAAA

Intervista a Giovanni Zoppoli, uno dei fondatori del centro territoriale ‘Mammut’ di Scampia, Napoli, realizzata da Andrea Sola nel 2011.

Il Centro territoriale Mammut è un progetto nazionale di ricerca-azione nato nel 2007. Partito da Scampia, ha coinvolto città del Lazio, Toscana, Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Liguria. Obiettivo del progetto è produrre innovazione metodologica con percorsi educativi rivolti a bambini, ragazzi e adulti caratterizzati dalla eterogeneità di provenienza sociale e politica.

Il progetto Mammut è partito dalla condivisione delle difficoltà che insegnanti e educatori di diverse regioni italiane trovavano nel proprio lavoro quotidiano. Cercando di accorciare la schizofrenia tra chi studia e chi lavora su campo, ne è nata una ricerca metodologica ispirata alla ricerca azione. Le finalità sono quelle di dare un contributo alla scuola nuova, perché il tempo dell’apprendimento sia tempo di liberazione, a partire dal corpo, dalla curiosità, da intuiti e talenti di cui ciascuno è portatore nella sua unicità. Una scuola che si fa città, dove la città è la Scuola.

“Come partorire un Mammut (senza rimanerci schiacciati sotto)”, Marotta & Cafiero edizioni,  2010, Napoli,  è un primo resoconto dell’opera di scrittura collettiva che questa ricerca ha prodotto, essendo sua finalità non solo di incidere sul fare concreto degli educatori coinvolti e delle loro agenzie educative, ma anche produrre pensiero critico e innovazione pedagogia.

Mammut, Piazza Giovanni Paolo II Scampia- Napoli – tel/fax 081 7011674

www.mammutnapoli.org

mammut.napoli@gmail.com

 

Le molte vie dell’apprendere – Introduzione di Andrea Sola alla proiezione del video


La crisi dell’istruzione è sotto gli occhi di tutti, il problema è capirne la natura. Diciamo innanzitutto che non possiamo ridurla agli attacchi che le recenti riforme del sistema scolastico hanno fatto ai finanziamenti pubblici, il problema è più radicale soprattutto nasce ben prima.

Continue Reading →

La scuola delle terre “altre”, di Alberto Delpero

La pluriclasse da avamposto di alfabetizzazione a laboratorio di sperimentazione

Intervento al convegno sulle scuole di montagna organizzato a Coumboscuro (CN) nel 2009

Continue Reading →

Mercoledì 30 maggio a Forte Marghera Incontro sul tema “Questa scuola è riformabile?”

mercoledì 30 maggio alle ore 20,30

 a Forte Marghera

presso la sala espositiva della mostra CASSANDRA

Il Gruppo di discussione sulla educazione libertaria di Mestre

promuove l’incontro sul tema: 

Questa scuola è riformabile? 

I fondamenti del rapporto educativo come impegno “politico”

e i progetti educativi basati sulle pratiche della libertà

Per l’occasione sarà presentata la rivista “Gli Asini”

partecipano

Andrea Sola e Luigi Monti, direttore della rivista

Durante l’ incontro saranno proiettati video sulle esperienze di educazione alternativa in Italia e nel mondo

La crisi dell’istruzione pubblica è lo specchio di una più generale assenza di riflessione sulla relazione educativa:

la svalutazione della dimensione del rispetto dell’infanzia e della gioventù in generale in nome di una dimensione di vita improntata all’egoismo adultocentrico.

Di fronte all’assenza evidente di capacità propositive da parte della politica, la questione del recupero degli spazi vitali

 affinché questa relazione possa vivere concretamente sembra essere l’unica via sensata per un agire davvero politico su questo terreno.

La rivista “Gli Asini” rappresenta un nuovo e prezioso luogo di dibattito su queste tematiche

ancora largamente assenti dal dibattito sull’istruzione e l’educazione in generale.

La proposizione di alcuni luoghi della sperimentazione attualmente operanti in realtà molto diverse

 crediamo possa contribuire ad ampliare “gli orizzonti del possibile”.

 www.educareallaliberta.org

info@educareallaliberta.org