Campagna: BASTA COMPITI! – rilanciamo la petizione: firmate

Chiediamo che i compiti a casa siano aboliti, nella “scuola dell’obbligo”, perché:

Continue Reading →

Il 13 settembre a Vaiano (Prato) festa-convegno “Tutta un’altra scuola, la festa della scuola che cambia”

 Terra Nuova, rivista che propone stili di vita sostenibili, si è fatta promotrice di una giornata di incontro con esperienze educative diverse che hanno tutte scelto di mettere il bambino al centro del loro progetto: durante la giornata saranno presentate molte realtà che, fuori o dentro l’istituzione, operano per costruire un’altro modello educativo: scuole steineriane, scuole Montessori, progetto “Senza Zaino”, Scuola-città sperimentale Pestalozzi di Firenze, scuole parentali, libertarie, homeschooling.

tutta un'altra scuola

 

Continue Reading →

Come far passare un mammut attraverso una porta (senza tirarla giù), il nuovo libro

per acquistare il libro clicca qui

In un momento difficile per la salute di ambiente, scuola e sociale una decina tra insegnanti, genitori e educatori percorre vie nuove alla ricerca dell’equilibrio perduto. Scansando le sirene del marketing (industria per l’infanzia, new age, facebookpatia, guru e persecutori vari) il pugno di avventurieri scopre e racconta in questo volume vie nuove di liberazione dai banchi per adulti e bambini. Fornendo una fotografia lucida e aggiornata sullo stato di salute di scuole e spazi pubblici.

Continue Reading →

Maestri di strada per la “scuola di tutti”, di Danilo Casertano

Maestri di strada per la “scuola di tutti”. Diario di bordo, leviamo le ancore…

GRARDA LA VIDEOINTERVISTA

Scritto il 16 settembre 2014 da 

Danilo Casertano è un educatore che insieme ad altri maestri ha avviato un progetto educativo basato sulla “pedagogia dei talenti” nella Scuola Media Renato Guttuso di Ostia, uno dei quartieri più disastrati di Roma e dintorni in cui i tassi di abbandono scolastico sono altissimi e i bambini che crescono in “famiglie difficili” molto più frequenti che altrove. Danilo si definisce un “maestro di strada”: per le vie di Ostia raccoglie le storie dei ragazzi con difficoltà di apprendimento, comportamentali e in abbandono scolastico. In questo articolo, e negli altri che seguiranno, il racconto di questa esperienza.

LEGGI TUTTO

LA MAPPA DELLA SCUOLA CHE CAMBIA, una iniziativa di Terranuova in collaborazione con diverse realtà territoriali e nazionali impegnate nell’ambito della sperimentazione educativa

(link alla pagina del sito di Terranuova)

Una mappatura delle esperienze di scuola nuova, differente, “altra”, fresca, aperta, “che respira”, appunto: la scuola che cambia. È l’idea che Terra Nuova, rivista che propone stili di vita sostenibili, lancia, promuove e porta avanti insieme a un tavolo tecnico composto da realtà rappresentative della scuola che hanno scelto di mettere il bambino al centro. Potete anche scaricare il questionario in Pdf in allegato.

Continue Reading →

Il caso del bambino Ahmet: un intervento di Maria Bacchi e Emma Baeri

Il caso del bambino di otto anni torchiato in Francia dalla polizia perché rifiuta di partecipare alle manifestazioni di lutto in memoria dei giornalisti di Charlie Hebdo.

Continue Reading →

Un audio documentario di Amisnet: Costruire identità. Al lavoro grandi e piccini

Un audio documentario di Amisnet: Costruire identità. Al lavoro grandi e piccini

 

Come vedono i bambini il mondo degli adulti e come gli adulti immaginano la città dei bambini? E in che modo bambini e adulti possono interagire per costruire insieme una comunità migliore? Un documentario, un libro e un corso provano a dare una risposta a queste domande.

Ascolta Terranave:

 

 

“Prima il baule spinge, spinge, spinge e non ce la fa, ma poi quando tocca alla persona parlare si apre, perchè non ce la fa più”. Così una delle bambine protagoniste del documentario “Elementare” descrive le sue sensazioni quando fa teatro. “Elementare” è un film a cura di Franco Lorenzoni, realizzato con un ciclo elementare della scuola dove Lorenzoni insegna. Il lavoro fotografa le numerose ricerche fatte in cinque anni di scuola, dall’arte all’astronomia, passando per il teatro, il disegno, la filosofia e la geografia. Ogni attività proposta dal maestro è mirata a indagare un fenomeno o analizzare un fatto, lasciando che i bambini giungano alle loro tesi e conclusioni attraverso l’osservazione e la pratica.

“I pensieri infantili sono sottili” sostiene Lorenzoni “a volte sono così affilati da penetrare nei luoghi più impervi arrivando a cogliere in un istante l’essenza di cose e relazioni. Ma sono fragili e volatili, si perdono nel loro farsi e non tornano mai indietro”. Sulla fragilità e la profondità del pensiero dei bambini ragiona anche Zero Violenza, un’associazione e un portale d’informazione che da anni ormai lavora sulle questioni di genere. In queste settimane Zero Violenza sta portando avanti un corso dal titolo “La città dei bambini nella mente degli adulti. Differenze e integrazione”. Il progetto si svolge in quattro istituti delle periferie romane ed è realizzato grazie al contributo di due psicoanaliste, Geni Valle e Simona di Segni, e una giornalista, Loredana Lipperini. Rivolto ad adulti e insegnanti, il corso mira a decostruire gli stereotipi, partendo dal ruolo dell’ambiente familiare e scolastico. “La costruzione degli stereotipi può essere alla base di episodi di violenza” spiega Monica Pepe, responsabile del progetto “e non permette un’analisi attenta della propria identità”.

“Sulle questioni di genere e sul modo di affrontarle nelle scuole in Italia siamo ancora indietro” spiega Lipperini “per esempio ancora non abbiamo assistito a un fenomeno interessante che avviene soprattutto nel mondo anglosassone, in cui nelle scuole si è smesso di proporre libri o solo per bambini o solo per bambine, distinti per colori e contenuti. Un libro dovrebbe aprire un mondo, non chiuderlo”. Arrivato alla sua seconda edizione, il corso è nato dalla necessità di fare qualcosa di concreto nei confronti della prevenzione alla discriminazione e alla violenza, partendo dalla base della nostra società: la scuola.

 

Ospiti della puntata:

Loredana Lipperini, giornalista e scrittrice
Monica Pepe, associazione Zero Violenza
Un ringraziamento particolare va a Franco Lorenzoni e ai protagonisti del documentario “Elementare”

Terranave

Terranave è un programma di Marzia Coronati
In regia: Marco Stefanelli
Alla selezione musicale: Frank Dopo Mezzanotte
L’articolo della settimana: La scuola inizia dai piedi

Per informazioni o consigli scrivete a radioterranave@gmail.com

Un articolo di Lea Melandri: Adulti e bambini: imparare insieme

 

Nel diario in cui lo psicanalista Elvio Fachinelli scriveva le sue osservazioni sull’asilo autogestito di Porta Ticinese (1969-1971), si legge:

«…la distruttività di Nino fa veramente venire la voglia di prenderlo a schiaffi – e se lo si facesse, non faremmo probabilmente che ripetere l’atteggiamento coercitivo di suo padre, a cui egli appunto risponde prendendo a calci le cose e così via. Per tentare di sciogliere queste membra paralizzate è essenziale che si presenti al bambino un adulto diverso».

Continue Reading →

“I nostri figli hanno dunque ucciso i nostri fratelli”. La lettera di quattro insegnanti francesi sui fatti di Parigi

Continue Reading →

REGGIO EMILIA, UN INCONTRO CON MAURIZIO PARODI A CASA BETTOLA

GENERI CONTRO Un “laboratorio” per riflettere sul tema delle differenze negate (programmaticamente) dalla scuola, e fare un’esperienza di lettura animata di un testo sui conflitti di genere, con interazioni ludico-creative tra i componenti e condivisione degli “elaborati”, in un clima di fattiva e vivace collaborazione, dove anche le emozioni trovano spazio e riconoscimento. Con Maurizio Parodi che, come dice di se stesso, “è entrato a scuola a sei anni e non ne è più uscito”: maestro, direttore didattico, dirigente scolastico, oggi formatore e membro del Coordinamento Genitori Democratici, ha scritto Gli adulti sono bambini andati a male e Basta compiti.

Alla fine dell’incontro Buffet di finanziamento del progetto.

generi.contro 17 gennaio

Una intervista a Howard Gardner

Traduzione dell’intervista ad Howard Gardner che spiega in cosa consista l’intelligenza multipla e l’impatto che può avere nell’istruzione (2011).

PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITA’ DEL CENTRO PANDORA che ha sede a Mestre all’interno del parco cittadino di Forte Marghera

 Il Centro Pandora è impegnato nella costruzione di esperienze educative basate sui principi della libertà e  del rispetto dei bambini e dei ragazzi; si propone inoltre di costruire occasioni di discussione e confronto per affrontare i problemi dei giovani a partire dalla centralità del rapporto educativo.
 

Continue Reading →

La scuola fuori la scuola. Un audio documentario di Amisnet con Giovanni Zoppoli, Andrea Sola, Deborah Soria

 

Mestre, Scampia, Lampedusa.Sono molti i territori italiani dove si sta portando avanti un modo diverso di fare educazione, provando a fare uscire la scuola dalle aule e portandola nelle piazze, nei parchi, tra i libri di una biblioteca.

Continue Reading →

Salvare gli innocenti, una pedagogia per i tempi di crisi, di Goffredo Fofi. Un invito alla lettura, di A. Sola

Il vero centro di queste riflessioni è la denuncia della mancata assunzione di responsabilità da parte del “ceto pedagogico” di fronte ai diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, e l’affermazione di quella che può essere considerata la vera linea di confine per chi voglia agire per il bene comune: la scelta di mettere l’educazione al primo posto nella scala dei valori che determinano le scelte dell’agire politico.

Continue Reading →

Un nuovo progetto di scuola libertaria in Valle Camonica

Finalmente ci siamo! Dopo più di un anno di incontri, scontri, riunioni infinite e nottate insonni, lunedì 1 settembre prenderà ufficialmente il via il nostro progetto di scuola libertaria in Valle Camonica!

Continue Reading →